Il Volo di Sara

Il Volo di Sara
di L. Farina, illustrazioni di Sonia M.L. Possentini, Fatatrac Editore

Lettura a cura di Maria Elena Germinario, Teresa Mastropasqua, Stefania Poverino, accompagnamento musicale coro e orchestra della Scuola Media Statale Rocca-Bovio-Palumbo

Martedì 29 gennaio 2019 ore 17.30 ingresso gratuito – Biblioteca comunale “G. Bovio” di Trani

Per i giovani lettori, in occasione della Giornata della Memoria, l’Assessorato alle culture del Comune è lieto di presentare una bella storia, letta e interpretata da M.E. Germinario, T. Mastropasqua e S. Poverino. Il volo di Sara è uno di quei pochi albi illustrati in Italia scritto da Lorenza Farina e illustrato da Sonia Possentini che affronta il tema dei campi dei concentramento nazisti. Lo fa con il candore e l’innocenza tutta infantile della protagonista, Sara, ma pure del pubblico a cui si rivolge. Si tratta di una storia in cui testo e immagini, attraverso un sodalizio perfettto, evocano gli spazi, i suoni, i rumori assordanti di una triste pagina mondiale. L’albo merita di essere letto ad alta voce perché suscita emozioni e soprattutto perché riscatta la crudele verità con la letizia corale del volo verso la libertà.
Senza presunzione alcuna di contribuire alla comprensione, ma con il solo desiderio di accendere lanterne e barlumi di speranze, la scelta delle lettrici non è casuale: solo un albo illustrato, infatti, per il suo carattere inclusivo e universale può parlare e comunicare con efficacia anche temi difficili e inspiegabili. La lettura è un atto piacevole e divertente. Ma è una pratica che, se condivisa, edifica coscienze e spezza il più atroce e brutale filo spinato della Storia.
Per la delicatezza dei temi trattati, la lettura è consigliabile dai 9 anni in su.

Evento in collaborazione con l’Assessorato alle culture del Comune di Trani.
#marlunateatro#lettureanimate#giornatadellamemoria#bibliotecacomunalegiovannibovio#trani

Binario 21 – Museo di Santa Scolastica a Bari

Ripercorrere un “viaggio nella memoria” per non dimenticare il passato, per essere  consapevoli della terribile capacità dell’uomo di commettere Orrori e per poter cambiare il futuro: ecco le premesse che spingono a creare un percorso itinerante di conoscenza e memoria, attraverso un’esperienza culturale di forte impatto emotivo.

Il percorso performativo verrà allestito dal 19 gennaio al 9 febbraio presso il Museo Archeologico di Santa Scolastica – Ingresso Bastione – lungomare Imperatore Augusto – Largo Nino Lavermicocca – Bari e si articola in tre momenti performativi

  1. performance teatrale della durata di 15/20 minuti all’interno di una ricostruzione di un vagone treno sul quale il pubblico salirà ed assisterà alla performance.
  2. Allestimento di una mostra fotografica spiegata da una guida
  3. Allestimento di una installazione video in cui musicisti e cantanti si esibiscono all’interno del campo di concentramento ormai abbandonato in memoria delle vittime dell’olocausto.

Programma:

Giovedì 17 gennaio ore 10.30: Conferenza stampa di presentazione

Sabato 19 gennaio ore 17.00 Inaugurazione con le autorità

Giorni e orari performance teatrale e visita del museo:

Dal 21 gennaio all’8 febbraio tutte le mattine: ore 9.00, 10.30 e 11.45

Domenica 20 gennaio: ore 11.00 e 12.00

Sabato 26 gennaio: mattina ore 12.00, pomeriggio ore 17.00 e 18.00

Domenica 27 gennaio: mattina ore 11.00 e 12.00, pomeriggio ore 17.00, 18.00 e 19.00

Sabato 2 febbraio: mattina ore 12.00, pomeriggio ore 17.00 e 18.00

Domenica 3 febbraio: mattina ore 11.00 e 12.00, pomeriggio ore 17.00 e 18.00

Per assistere alla performance teatrale occorre prenotare. La performance avrà luogo al raggiungimento di un gruppo minimo di 10 persone.

Costo del biglietto: 10 €. Sconto gruppo composto da minimo 10 persone: € 8 a persona. I bambini fino ad 8 anni: ingresso gratuito. 

Come PRENOTARE: Inviando una mail a direzioneartistica@marlunateatro.com e/o chiamando o mandando un sms o whatsapp al 340 2326032 o al 339/6462381 indicando il numero di partecipanti, un cognome e un numero di telefono.

Seguici su facebook

Zio Vanja al Nuovo Teatro Abeliano

Marluna Teatro è lieta di annunciare la sua partecipazione nel cartellone “TO THE THEATRE” del NUOVO TEATRO ABELIANO di Bari, direzione artistica di Vito Signorile, con la sua ultima produzione teatrale “ZIO VANJA” di A. Cechov, regìa Roberto Marafante.

Light designer: Gianluigi Carbonara
Ideazione, scenografie e costumi: Massimo Marafante
Regia: Roberto Marafante

Leggi il Comunicato stampa

Per guardare il trailer clicca qui
Per acquistare i biglietti clicca qui

La Pasticceria Zitti

Per Natale la nostra sede si trasformerà in una vera e propria pasticceria. Il nostro messaggio ha il profumo di un albo delicato “La pasticceria Zitti” di Ambra Garlaschelli, Rosa Tiziana Bruno – La Margherita Edizioni.
In una città tutto Caos giunge il Pasticcere Zitti. Farà apprezzare le sue prelibatezze e soprattutto la Gioia del silenzio condiviso, l’unico ingrediente per Amarsi.

16 dicembre 2018 ore 17-19.30
presso la sede di Marluna Teatro
in via Edoardo Fusco, 57 – Trani
E’ necessario prenotarsi ENTRO IL 14 DICEMBRE 2018 al numero 3402326032.
www.marluna.it
#marlunateatro#pensierinlibertà#lettureadaltavoce#kamishibai#natale#bambini#laboratoriocreativo#trani

“L’INVENZIONE DI KUTA”

“Pensieri in libertà” sta preparando il suo secondo appuntamento con la lettura ad alta voce.
Le tavole sono quasi pronte !!! E la storia è stata sfornata …

Vi aspettiamo perciò numerosi domenica 25 novembre con “L’INVENZIONE DI KUTA”
Racconto kamishibai a cura di Terry Mastropasqua – Stefania Poverino – Maria Elena Germinario.

E’ possibile prenotare solo l’evento lettura
Orario 17.00-17.30
oppure abbinare il laboratorio creativo con l’illustratrice (che seguirà la lettura)
Orario 17.30 – 19.30
Per info e prenotazioni contatte il numero 3402326032.

Vi Aspettiamo numerosi presso la sede di Marluna Teatro in Via Edoardo Fusco 57 (di fronte al Comune) aTrani.

#marlunateatro #pensierinlibertà #kamishibai #letturadaltavoce #evento #Trani

La Giornata della Memoria

I progetti Binario21 e il Treno della vergogna sono dedicati alla “Giornata della Memoria” che si celebra il 27 gennaio per commemorare le vittime dell’Olocausto e, soprattutto, per interrogarsi sul perché della Shoah e della discriminazione dell’uomo contro altri uomini.

La Giornata della Memoria non serve  solo a commemorare quei milioni di  persone uccise crudelmente e senza nessuna pietà ormai quasi 80 anni fa. Serve a ricordare che ogni giorno esistono tante piccole discriminazioni verso chi ci sembra diverso da noi. Spesso noi stessi ne siamo gli autori, senza rendercene conto. La Giornata della Memoria ci ricorda che verso queste discriminazioni non alziamo abbastanza la voce e che spesso, per comodità e opportunismo, ci nascondiamo  in quella che gli storici chiamano la zona grigia. Si tratta di una zona della mente e del nostro comportamento, a metà tra il bianco e il nero, tra l’innocenza e la colpevolezza.

Binario21

Il treno della vergogna

CITTA’ IN FAVOLA

Vi aspettiamo Venerdì 14 settembre alle ore 18,30 per l’ultimo appuntamento dell’estate dì CITTA’ IN FAVOLA, con la storia di CAPPUCCETTO ROSSO!
A seguire il laboratorio creativo con Matilde D’addato!
#marlunateatro #spettacoloperbambini #evento #trani